7. Lo Statuto

Sede: L’Associazione ha sede in Roma, in Viale Giulio Cesare,2.

Scopo: L’Associazione non ha fini di lucro o politici e si propone di: 

a) promuovere e diffondere le conoscenze relative al sistema informatico di pianificazione delle risorse aziendali (di seguito definito ERP) chiamato Adempiere; 

b) promuovere e sviluppare le relazioni tra i consulenti e gli sviluppatori italiani dell’ERP Adempiere facilitando lo scambio di software, documentazione ed esperienze; 

c) promuovere l’immagine dell’ERP Adempiere, del software Open Source, delle relative comunità di sviluppo ed in particolare della rete di consulenti e sviluppatori italiani; 

d) promuovere attività che possano contribuire alla crescita tecnica dei soci, con particolare attenzione alla loro formazione ed aggiornamento professionale nonché all’orientamento nel mondo del lavoro.

A titolo esemplificativo l’Associazione potrà svolgere le seguenti attività: attività promozionali: convegni, conferenze, congressi, meeting, convention, dibattiti, inchieste; attività formative: master, corsi, seminari, stages, gruppi di studio e di ricerca e sviluppo; attività editoriali: gestione di un sito WEB su cui pubblicare informazioni relative alla rete dei consulenti e sviluppatori, atti di convegni e di seminari, di studi e di ricerche.

L’Associazione potrà svolgere qualsiasi altra attività utile al conseguimento dei fini associativi, incluso l’esercizio di qualsiasi attività commerciale purché svolta in maniera marginale e comunque ausiliaria e secondaria rispetto al perseguimento dello scopo associativo. 

 

Soci:

Fanno parte dell’Associazione in qualità di soci tutti coloro i quali, persone fisiche o giuridiche, condividendone i principi ispiratori e intendendo operare per il raggiungimento degli scopi associativi, ne hanno fatto richiesta e la cui domanda è stata accolta dal Consiglio Direttivo. Tutti i soci sono tenuti alla partecipazione all’attività associativa, all’osservanza dello Statuto e dei Regolamenti, nonché a contribuire al finanziamento dell’Associazione. I soci devono provvedere, entro il 31 dicembre di ogni anno, al rinnovo dell’adesione per l’anno successivo, versando contestualmente la quota associativa, pena la decadenza da socio dell’Associazione su cui delibera il Consiglio Direttivo.La quota, sarà stabilita dal Consiglio Direttivo sulla base del preventivo di cassa. La quota annuale è dovuta interamente per ogni anno solare di partecipazione, o sua frazione.

 

Assemblea dei Soci: 

L’Assemblea dei soci, e presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo, è il massimo organo deliberativo dell’Associazione. Le deliberazioni dell’Assemblea, prese in conformità alla legge, allo Statuto e secondo le modalità previste nel Regolamento, vincolano tutti i soci, anche se assenti o dissenzienti. Le deliberazioni dell’Assemblea contrarie allo Statuto o al Regolamento possono essere annullate su istanza degli organi dell’Associazione o di qualunque socio. L’impugnazione della deliberazione dell’Assemblea è proponibile esclusivamente entro tre mesi dal giorno in cui la delibera è stata adottata. Hanno diritto di voto tutti i soci in regola con il versamento della quota associativa. I soci possono farsi rappresentare da altro socio mediante delega scritta. Ogni socio non può rappresentare più di cinque soci. L’Assemblea è ordinaria o straordinaria.

L’Assemblea ordinaria dei Soci: 

1) stabilisce le direttive di massima per il conseguimento degli scopi dell’Associazione; 

2) indica le linee programmatiche generali delle attività associative; 

3) approva il prospetto dei bilanci preventivi e dei conti consuntivi dell’Associazione predisposto dal Consiglio Direttivo; 

4) adotta i Regolamenti dell’Associazione predisposti dal Consiglio Direttivo; 

5) propone propri rappresentanti, come membri, al Consiglio Direttivo nei limiti previsti dallo statuto.

 

Le riunioni dell’Assemblea ordinaria dei soci sono valide: 

1) in prima convocazione: con l’intervento della maggioranza assoluta di tutti gli associati; 

2) in seconda convocazione: qualunque sia il numero degli associati intervenuti. Le deliberazioni sono adottate dall’Assemblea a maggioranza dei presenti.

In caso di parità di voti nelle deliberazioni prevale il voto del Presidente. L’Assemblea Ordinaria dei Soci si riunisce almeno una volta l’anno entro 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio associativo per l’approvazione del prospetto del conto consuntivo e del bilancio preventivo, per la definizione del programma di attività da svolgere e per quanto altro necessario alla vita e allo sviluppo dell’Associazione.

 

L’Assemblea straordinaria dei Soci delibera: 

1) le modifiche allo Statuto sottoposte dal Consiglio Direttivo, o presentate, con il consenso dei Soci Fondatori e da almeno due terzi dei soci; 

2) con il consenso dei Soci Fondatori, lo scioglimento dell’Associazione. Le riunioni dell’Assemblea straordinaria dei Soci sono valide con l’intervento di almeno tre quarti Fondatori e dei Soci ordinari. Le deliberazioni sono adottate dall’Assemblea a maggioranza dei presenti. In caso di parità nelle deliberazioni prevale il voto del Presidente.

 

L’Assemblea Straordinaria è convocata per iniziativa del Presidente o su richiesta della maggioranza dei componenti il Consiglio Direttivo o di un decimo dei soci. Nella richiesta devono essere sempre indicati gli argomenti da sottoporre all’Assemblea. L’Assemblea ordinaria o straordinaria è convocata dal Presidente con le modalità stabilite dal Regolamento. L’Assemblea segue il proprio Regolamento.

Lascia un Commento

http://www.adempiereitalia.it/wp/?page_id=18You must be logged in to post a comment.